Menù

Deambulatori

Il cammino è una competenza che molte persone considerano un fenomeno naturale e pertanto non se ne preoccupano.

Apprendere il cammino è un lungo processo che richiede almeno 3-4 anni, partendo da pochi ed insicuri passi fino ad un cammino stabile e competente.

Il cammino è il sistema più semplice per muoversi, Tutto il corpo è coinvolto, l’apparato scheletrico, le articolazioni, i muscoli, i nervi, il cuore i polmoni ecc. I bambini con disabilità possono avere difficoltà nel cammino per svariate ragioni, e spesso devono essere guidati e sostenuti per poter fare i primi passi.

Il cammino può dare al bambino l’opportunità di esplorare, socializzare ed interagire con i suoi pari.

Il cammino può:

  • Aumentare la densità ossea
  • Favorire la funzionalità cardio respiratoria
  • Favorire il processo digestivo
  • Migliorare il tono muscolare degli arti inferiori
  • Ridurre la spasticità
  • Favorire il corretto sviluppo delle anche
  • Promuovere il benessere psico-fisico

Nel normale sviluppo motorio il bambino comincia a gattonare a otto mesi, a stare in piedi a dieci mesi, e a camminare a 12-15 mesi. In R82 consigliamo che il bambino con disabilità possa sperimentare l’utilizzo del primo gait trainer circa nel momento in cui i suoi pari cominciano a dare carico agli arti inferiori e sono pronti a fare i primi passi. Lo schema del passo negli esseri umani cambia molto da persona a persona ma il processo biomeccanico è il medesimo. E’ importante conoscere questo processo nel momento in cui ci si accinge ad insegnare al bambino a camminare

Avvio del cammino:

Caricare un solo arto inferiore, piegando leggermente il tronco in avanti (la proiezione a terra del centro di gravità sarà anteriore al corpo), lanciare in avanti l’altra gamba e farla atterrare al suolo davanti alla proiezione a terra del centro di gravità (diventerà così l’arto inferiore che sorreggerà il carico), sollevare da terra l’altra gamba e lanciarla in avanti…

Walking _image

Durante il cammino:

rotazione delle anche, basculazione del bacino, distribuzione del carico da parte a parte ed oscillazione degli arti superiori solo per nominarne alcuni. Tutte queste azioni hanno luogo per mantenere l’equilibrio del corpo attorno ad una ideale linea mediana.

 

AccettareQuesto sito utilizza i cookies. Cliccando accetto tu accetti l'utilizzo dei cookies su questo sito

Per saper di più della nostra policy dei cookies